Blog: http://freedombells.ilcannocchiale.it

vox clamantis in deserto

Di Andrea Sartori

  L'Occidente invigliacchito assiste ancora a nuovi attentati londinesi.
Però guai, come al solito, a parlar male dell'islam.

L'Occidente si è sempre comportato da vigliacco nei confronti dell'islam.
ha sempre preferito parlar male di se stesso. Eppure l'Occidente cristiano, ma anche il mondo hindu o cinese sono sempre stati all'avanguardia nelle arti, nella filosofia, nella scienza, e l'Occidente cristiano, grazie all'esempio di Gesù, pur tra travagli ed errori, ha conquistato i Diritti Umani.
L'islam è fermo: anche il suo ''periodo di splendore'' in realtà non fu così cristallino: Averroè fu attaccato adl teologo al Ghazali la ''prova dell'islam'' ed esiliato, i poeti Abu Nuwas, al Ma'arri, al Mutanabbi allontanati come sacrileghi, il traduttore dal greco Hunain ibn Ishaq, il filosofo al Kindi e l'architetto Sinan erano cristiani, il mistico al Hallaj fu crocifisso, l'islam si espanse subito con guerre che cancellarono la cultura latino-cristiana del Nord Africa, greco-bizantina dell'attuale Turchia, la Persia zoroastriana ( e il poeta iraniano dissidente Ahmad Shamlu sostiene che l'arabizzazione abbia persino inquinato la splendida lingua persiana. Notare che il Cristianesimo dei primi tre secoli si impose attraverso persecuzioni subite. Da notare che nei periodi più bui della storia europea vi furono voci che silevarono in difesa degli oppressi, come il ''vescovo degli indios'' Bartolomè de Las Casas. Da notare che il colonialismo inglese o francese fu forse rapinatore, ma non genocida. Quello islamico invece si)

Sono stanco di ripetere sempre le stesse cose: l'Occidente vigliacco che lascia massacrare due milioni e mezzo di cristiani sudanesi, o lascia che le milizie indonesiane musulmane dimezzino con il genocidio la popolazione cristiana di Timor Est. L'Occidente che da del razzista a chi ricorda che la Turchia che vuole entrare in Europa non ha ancora riconosciuto lo spaventoso genocidio dei cristiani armeni. L'Occidente che abbandona al loro destino gli ex musulmani i quali, solo perchè hanno lasciato l'islam, rischiano la morte. L'Occidente che non ha alzato un dito per salvare il teologo sudanese M. M. Taha, impiccato con l'accusa di apostasia, perchè cercava di elimnare la parte violenta e razzista del Corano, o che non fa niente per Hashem Hagajari, due volte condannato a morte perchè auspicava un ''Lutero musulmano'' ( e già, Lutero era cristiano. Ed è stato possibile nel Cristianesimo), o che accusa Magdi Allam di essere un bugiardo, e invece plaude agli ambigui Tariq Ramadan e Hamza Piccardo. L'Occidente che sputa sulla sua democrazia, sul suo Cristianesimo che ha regalato al mondo non solo l'Inquisizione, ma grandi anime come Gesù, San Paolo, San Francesco d'Assisi, Bartolomè de Las Casas, Martin Lutero, Matteo Ricci, Daniele Comboni, Martin Luther King, Madre Teresa di Calcutta, Giovanni XXIII, Giovanni Paolo II. E anche tra quei denigrati papi medioevali vi furono scienziati ( Gregorio XIII, riformatore del calendario) e anche fra molti prelati ( Niccolò Copernico ) e non dimentichiamo i tesori d'arte che Michelangelo e Raffaello hanno creato, grazie anche alla protezione della Chiesa, che di li a poco si macchierà del caso Galileo, è vero. La differenza è che l'islam, che ha esiliati Averroè, condanna
l'arte ( Maometto sosteneva che ''gli angeli non entreranno ove vi sono dipinti''). E non dimentichiamo i Diritti Umani. L'Occidente dovrebbe andarne fiero e farne dono a ogni uomo.L 'islam ha rifiutato la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.

Nessuna civiltà è esente da crimini, purtroppo. Nè la Grecia, nè Roma, nè l'Occidente cristiano, nè la Cina, nè l'India. Solo che queste civiltà hanno prodotto anche la democrazia, il diritto, la carità evangelica, la filosofia confuciana ( amatissima dal gesuita Matteo Ricci), lo zero e la non-violenza gandhiana ( Gandhi fu uno degli uomini più vicini a Gesù Cristo). L'islam invece ha a volte preso da altre civiltà ( ma furono degli avventurosi perseguitati, come Averroè, a prendere da altre civiltà) ma più spesso ha soffocato ( la Biblioteca di Alessandriadata llae fiamme dal califfo Omar) e penso soprattutto ai copti, ultimi eredi della grande civiltà egizia, e gli iraniani, che giustamente dall'alto della grande filosofia di Zoroastro disprezzano tutto ciò che è arabo ( e che purtroppo da 25 anni è imposto con maggiore rigore).

Si spera che l'Occidente faccia un atto di vera carità cristiana: Aiutare le minoranze religiose e i riformatori perseguitati, abbandonare gli ideologi del terrore, e aiutare questi popoli a liberarsi dell'odioso colonialismo culturale arabo-islamico.

Non prevalebunt

Pubblicato il 21/7/2005 alle 22.13 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web